Cose da runner automobiliste

Oggi ho imparato che…
Una notte per caso, mentre spipoli insonne sul cellulare alla ricerca di qualcosa da fare per ricominciare a dormire, imbattendoti nell’App che usi ogni volta che vai a correre per registrare performance e percorsi, realizzerai che non batterai mai il tuo record di corsa registrato un anno prima se, quel giorno, gli ultimi 4 km li avevi fatti in auto a 90km/h senza spegnere la App. #cosedarunner

Annunci

Panic! 

[Oggi ho imparato che] Un giorno per caso, mentre sei in macchina per andare in ufficio e stai cercando di non crollare sotto il peso di una notte insonne, scoprirai che non c’è niente di peggio del panico che ti prende quando freni di colpo, guardi nello specchietto retrovisore e ti accorgi che il pullman che dietro di te non ha il guidatore ma solo il passeggero che ti fissa. E tu chiudi gli occhi per un secondo, strizzi il volante con le mani e aspetti il botto che ti distrugga. E poi, aprendo di nuovo gli occhi, realizzi che non è un pulman con l’autista fantasma, è semplicemente un pullman con la guida inglese. 

Ma che diavolo ci fa un pullman 
 

con la guida a destra alle 7.45 del mattino sulla strada che da Cernusco porta a Cologno?